Leggimi tra vent’anni

Leggimi tra vent’anni

Ritorno a scrivere partendo dalla sezione booklovers e lo faccio proponendovi un libro terminato ieri sera.

“Leggimi tra vent’anni”, il diario di una mamma, Giorgia Lanzilli, che racconta a perfezione il vortice di emozioni e stravolgimenti in cui si è trovata dalla nascita dei suoi bambini. E’ un libro che narra di lei, ma in realtà di tutte noi mamme.

Perché i bambini ti travolgono la vita, la rendono piena di amore, felicità, abbracci, giochi e risate, ma anche di stanchezza, rinunce e paure.

L’autrice è stata abilissima nel raccontare l’immenso amore per i suoi bambini, ma senza edulcorare quanto il ruolo di mamma sia impegnativo, stancante e totalizzante, soprattutto in una società come la nostra, a dir poco ostile.

Il filo conduttore di tutto il libro è l’amore, quello puro ed incondizionato di una mamma e dei suoi figli.

Vi riporto un passo del libro:

Diventare mamma non è solo un tripudio di amore, e gioia, e felicità. Non è solo responsabilità, e impegno, e promesse. Diventare mamma è anche comprensione, e consapevolezza.

Capisci, ad esempio, il valore delle piccole cose, e la poesia della quotidianità. Capisci che l’entusiasmo, quello vero, può scoppiarti dentro quando vedi primi passi del tuo bambino, o quando sali con lui su una giostra e lui grida “veloce”, o quando vi sdraiate insieme su un materassino, in mezzo al mare. E capisci che si può osservare per ore un viso che dorme per poi meravigliarsi di quella bellezza perfetta appena apre gli occhi.

Capisci la serenità dell’attesa, del fare le cose con calma, e di quanto la frenesia e l’ansia siano inutili e dannose. E capisci che è più bello dare la mano al tuo bimbo, e camminare lentamente con lui, al suo passo, piuttosto che prenderlo in braccio e continuare a ripetergli “è tardi dobbiamo sbrigarci”, perché anche tu, lentamente, capisci che certi momenti sono fugaci, e vuoi viverli il più possibile.

Capisci il senso profondo della gratitudine, della riconoscenza verso la vita, che ti ha regalato i tuoi figli e questa nuova te, così piena di amore, e forza, e fiducia. E capisci che ringraziare per la salute dei tuoi bambini, per il loro benessere, per le loro conquiste, sarà il più semplice degli atti possibili. Capisci la forza dei legami, quelli puri e autentici, quelli così forti da poterli quasi sentire tra le dita. Quei legami che ti abbracciano nelle difficoltà, e fanno con te un girotondo nei giorni felici. Quei legami che ti fanno sentire di aver creato una famiglia, la tua.

Capisci che puoi avere paura, e tanta, del futuro, del mondo, e delle cose brutte. Ma capisci anche che la paura è la manifestazione più superficiale e sincera di quel grande amore che stai vivendo.

E capisci il senso del coraggio, della forza di credere in te stessa, della possibilità di realizzare i tuoi sogni. Capisci che i tuoi bimbi hanno bisogno di sognare, e tu con loro, e che finalmente, per la prima volta nella tua vita, hai l’energia per costruire il tuo avvenire e, magari, creare qualcosa che, tra vent’anni, li faccia essere fieri di te.” 

Ida Vanacore

Fondatrice ed ideatrice creativa di unamammaperamica 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.