Festa di compleanno in lockdown

Festa di compleanno in lockdown

“..un tempo difficile e prezioso, che mai più si ripeterà“. Così terminavo un articolo ad aprile, in riferimento al periodo di contenimento appena trascorso. Quanta ingenuità! Il Piemonte, infatti, è posto nuovamente in lockdown dalla scorsa settimana.

Prima delle restrizioni avevo trovato un’ottima soluzione per festeggiare in sicurezza il sesto compleanno della mia bambina. Sulla scia di entusiasmo a seguito di una splendida giornata trascorsa allo zoo, avevo preso accordi con la struttura per poter festeggiare lì. Dato il particolare periodo, ho chiesto a Beatrice di scegliere un mini gruppetto di amiche con le quali trascorrere la giornata.

Il percorso si sarebbe svolto interamente all’aperto, in totale sicurezza. Infine, ci sarebbe stata riservata una zona, dove le bambine, debitamente distanziate, avrebbero mangiato la torta di compleanno. Come di abitudine in famiglia, ormai da mesi, la festeggiata avrebbe soffiato per spegnere la candelina sulla sua fetta di torta.

Ma, nulla. Pochi giorni prima della chiusura totale, la struttura è stata chiusa.

Dunque, mi sono chiesta come festeggiare. Come sempre mi ero organizzata per tempo nell’acquisto delle varie decorazioni per la casa. Il giorno precedente il compleanno è stato dedicato ai preparativi, che hanno fatto parte del divertimento. Abbiamo gonfiato una miriade di palloncini. Quest’anno con l’aiuto di una mini pompa elettrica. Vi allego il link, perché è stato l’acquisto migliore del 2020: https://www.amazon.it/dp/B081PLY1LF/ref=cm_sw_r_em_apa_i_HjqRFb6WD1EDP

Oltre ai palloncini gonfiati ad aria, ho provveduto ad ordinare sei palloncini gonfiati ad elio, sui quali abbiamo poi applicato alcune foto.

Con le stesse immagini, che ritraevano Beatrice in varie tappe di crescita, ho poi creato un video e chiesto ai genitori di alcuni amichetti di far registrare ai piccoli un messaggio di auguri.

E poi è capitata la magia. Una serie di circostanze hanno reso particolarmente bella la giornata. In primis il perenne e disarmante buonumore di Beatrice. A seguire, la consegna dei palloncini ad elio, che è stata fatta inaspettatamente da un furgoncino con la canzone di buon compleanno a tutto volume, che ha reso divertente il risveglio. I video inviatici poi sono stati divertenti ed emozionanti. Infine, molte persone care ci hanno fatto pervenire in qualche modo un regalo, un biglietto, un pensiero.

Insomma, per quanto lontane, la festeggiata ha potuto sentire le persone care comunque vicine.

A seguire poi il giorno dopo c’è stata la merenda a scuola con i compagni. Mi sono organizzata con merendine, succhi di frutta e regalini, ovviamente tutti singolarmente confezionati.

Un modo alternativo di festeggiare, ma non meno emozionante.

Ida Vanacore

Fondatrice ed ideatrice creativa di unamammaperamica 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.